Che cos’è l’Empowerment?

Apro questo mini post per avvisarti che ho scritto un articolo su questo argomento sul sito dell’Associazione Olistica Radici e Ali.

Eccoti il link dove potrai leggerlo: www.radicieali.com/empowerment-2/empowerment-la-nuova-via-per-ritrovare-il-potere-personale/

Ti saluto e ti auguro ogni bene :-)

A tutte le donne di passaggio su questo blog…

festadonnaa003

La cosmesi naturale

Cari lettori,

dopo una lunga assenza che mi ha vista molto impegnata tra lavoro e ricerche per una nuova casa, perché sì, sto per traslocare in una nuova casa ma purtroppo è ancora tutto in sospeso… torno con piacere con un bel post che riguarda la bellezza. Questo è un argomento che non tocco da parecchio tempo :-)

Intanto ti ricordo che all’interno dell’Ebook “Estetica e Bellezza”, che puoi scaricare gratuitamente compilando il form in alto a destra, trovi una risorsa gratuita riguardo alla cosmesi naturale.

In questo post, invece, ti segnalo tre importantissime piante molto usate in cosmesi per le loro proprietà (li uso anch’io) e i cui prodotti si prestano bene ad essere usati nella cosmesi naturale: l’albero del karitè (Vitellaria paradoxa), l’albero del tè noto anche come tea tree (Melaleuca alternifolia) e l’Aloe Vera (Aloe Barbadensis Mille). Sarò breve quindi non aspettarti un lungo articolo ricco e denso di spiegazioni anche perché riguardo a questi argomenti c’è molto in rete e poi fondamentalmente penso che c’è anche troppo! Dopo una breve introduzione con foto della pianta troverai un link ad un articolo che ho selezionato e dove troverai spiegate le proprietà, i benefici e l’utilizzo del prodotto naturale che ti sto segnalando.

Perciò buona lettura e spero di averti fatto cosa gradita anche in termini di ricerca.

Vitellaria paradoxaInnanzi tutto eccoti una bellissima foto di questo straordinario albero dai cui semi si ricava il burro di karitè.

Si chiama Vitellaria paradoxa, ma viene anche chiamata Butyrospermum Parkii, appartiene alla famiglia delle Sapotaceae ed è diffusa in Africa e anche molto utilizzata dalla popolazione locale.

Ha proprietà cicatrizzanti, emollienti, elasticizzanti, antiossidanti , lenitive e riepitelizzanti ed è un’ottima base per creare creme personalizzate con l’aggiunta di oli essenziali specifici.

Eccoti il link all’articolo che ho selezionato: Burro di Karitè.

melaleuca-alternifoglia-foto-di-repertorioIl Tea Tree, invece, è quest’altro bellissimo albero che vedete, scientificamente si chiama Melaleuca alternifolia, appartiene alla famiglia delle Mirtacee ed è originario del continente australiano.

Dalle sue foglie si ricava l’olio essenziale chiamato Tea Tree Oil dalle proprietà antisettiche, antimicotiche, antibatteriche, antivirali, cicatrizzanti, espettoranti, fungicida e immunostimolanti.

In questo lungo ed accurato articolo trovi una bella spiegazione di tutte le sue proprietà e utilizzi, e non solo in cosmesi: clicca qui.

aloeInfine eccoti l’immagine dell’Aloe Vera che a differenza delle precedenti è molto più conosciuta e c’è davvero una vasta gamma di prodotti in commercio, inoltre la pianta si può coltivare in vaso in casa.

Il suo nome botanico è Aloe Barbadensis Mille.

In questo articolo trovate degli ottimi spunti per il suo utilizzo: clicca qui.

Mentre, in quest’altro articolo trovate elencate le proprietà alla luce di ricerche scientifiche, e sono veramente tante: clicca qui.

Ti saluto e ti auguro tanto benessere.

Maria

Auguri :-)

Che tu sia un mio affezionato lettore/lettrice, un amico, un’amica, un parente o una persona di passaggio, ti auguro di passare…

auguri

Microrganismi Effettivi

Ciao a :-)

Apro questo mini post per dirti che non sono sparita! Sono stata molto impegnata nella normale gestione di tutta l’Associazione e dei vari siti che curo oltre il mio, più la nuovissima Membership “Il Risveglio del Femminile: il primo gruppo online di riconciliazione tra Donne e Uomini” e ne approfitto per rinnovarti l’invito a visitare la pagina di presentazione e magari ad iscrivervi ;-) www.simonefocacci.com/risvegliodelfemminile/

Ho appena scritto e pubblicato sul sito dell’Associazione Radici e Ali un nuovo articolo sui Microrganismi Effettivi, se sei interessata/o all’argomento e vuoi leggerlo, eccoti il link dove puoi farlo: www.radicieali.com

Ti saluto e ti ringrazio per il tuo interessamento ai miei articoli.

Maria

Qual’è la differenza tra sauna e bagno turco?

Tempo fa avevo scritto un post dove elencavo le indicazioni e le controindicazioni di sauna e bagno turco. Ora grazie ai vostri commenti e domande è emersa la necessità di spiegare meglio le differenze e i diversi effetti che hanno sull’organismo. Prima di iniziare ti invito a leggere il precedente articolo che ho scritto sull’argomento così hai un quadro completo.

saunaPartiamo dalla sauna e per evidenziarti le differenze ti spiego anche com’è la struttura. La sauna è costituita da una cabina di legno, una stufa, una tinozza e un impianto di doccia, eventualmente ci sono anche delle cabine per il massaggio.

La cabina di legno. Le sue dimensioni variano ed è fatta di un legno particolare (cedro del Libano, pino o betulla finlandese, samba della Nigeria) fortemente igroscopico, capace cioè di assorbire tutta l’umidità, in modo da impedire la formazione di acqua sulle pareti interne, assicurando di conseguenza, un ambiente secco e asciutto. Pertanto la cabina della sauna non può essere costruita con pareti in muratura intonacata o comunque rivestite di materiale impermeabile al vapore. All’interno della cabina vengono installati un igrometro ed un termotreto per controllare il grado di umidità e la temperatura.

La stufa. E’ situata all’interno della cabina ed eroga una gran quantità di calore. La maggior parte degli impianti eroga calore per mezzo di potenti resistenze elettriche corazzate. Il calore viene irradiato dalle pareti della stufa e da alcuni strati di pietre capaci di resistere a gradi elevati di temperatura.

La tinozza. E’ piena di acqua che si preleva con un mestolo e si fa cadere sulle pietre arroventate. Il contatto dell’acqua con la superficie arroventata del granito provoca una brusca evaporazione, l’ondata caldo umida si disperde rapidamente all’interno della cabina. Questa operazione fa aumentare la temperatura in sauna.

L’impianto di docce. E’ situato vicino alla cabina della sauna. La doccia si fa prima e dopo la sauna. E’ consigliabile fare una doccia calda prima di entrare in sauna perché inizia a preparare il corpo al calore che si trova poi in cabina (75-80 gradi) e farne una tiepida all’uscita per riportare il corpo gradualmente alla temperatura esterna. In genere si alternano gli ingressi in sauna al rilassamento su delle sceslong. Chi è iperteso deve stare molto attento a non alternare alla sauna delle docce fredde, il brusco passaggio dal caldo al freddo provoca un rapido aumento di pressione.

Bagno turcoPassiamo invece al bagno turco :-)

il bagno turco si svolge in una cabina rivestita di piastrelle, o comunque di materiale capace di mantenere l’ambiente umido. All’interno di un bagno turco la temperatura è compresa tra i 40 e i 60 gradi.
La percentuale di umidità raggiunge il 90-95%.

La sua struttura è più semplice, infatti non trovi dentro nessuna stufa, né pietre laviche, né tinozza. Alcuni tipi di bagno turco sono dotati anche di cromoterapia e aromaterapia, vasche idromassaggio con acqua fredda o cabine doccia con getti idromassaggio. Anche per il bagno turco è consigliabile fare una doccia calda prima di entrare.

L’azione del bagno turco è differente sull’organismo rispetto alla sauna.

Entrambe apportano i benefici effetti del calore sull’organismo: rilassano i muscoli, migliorano la pelle, aiutano a dimagrire, rinforzano il sistema immunitario, portano rilassamento psichico, aiutano ad eliminare le tossine e i rifiuti dell’organismo.

L’ambiente secco e le alte temperature della sauna favoriscono molto di più la sudorazione con tutti i benefici purificanti, di regolazione della pressione, di aumento della traspirazione della pelle che ne derivano. Influenza beneficamente le costanti fisiche e fisico-chimiche del sangue, il sistema neurovegetativo, gli organi emuntori. Per i suoi effetti antidolorifici è consigliata anche a chi soffre di reumatismi ed artrosi.

Il bagno turco esplica invece la sua azione depurativa diversamente. Trattandosi di un ambiente con forte umidità e pieno di vapore, la sudorazione risulta ostacolata e questo favorisce l’aumento del metabolismo interno molto più della sauna. Inoltre la temperatura non è uniforme ma stratificata e questo rappresenta una controindicazione per chi ha problemi cardiaci, circolatori e di pressione arteriosa. Il bagno turco però a causa del vapore, è un toccasana per chi ha patologie respiratorie come sinusiti, bronchiti e riniti, soprattutto se è abbinato all’aromaterapia. In caso di queste affezzioni respiratorie la sauna è meno indicata a causa dell’effetto che il calore secco ha sulle mucose. Naturalmente non bisogna sottoporsi al bagno turco durante la fase acuta dell’infiammazione. Il bagno turco è sconsigliato a chi soffre di reumatismi e artrosi.

Se hai ulteriori domande o vuoi esprimere la tua opinione puoi scrivermi nei commenti qui sotto. Ti ringrazio per l’attenzione e a presto :-)

..

PS. ti ricordo che le iscrizioni alla Membership Il Risveglio del Femminile sono ancora aperte, abbiamo fatto di recente la serata di presentazione e si sta formando proprio un bel gruppo, è molto bello vedere come anche gli uomini si stanno finalmente avvicinando al risveglio del loro femminile interiore :-) entra anche tu a farne parte! Eccoti il link diretto alla pagina di presentazione: www.simonefocacci.com/risvegliodelfemminile/

Le essenze White Light

piramideCiao, finalmente riesco a scrivere un nuovo articolo in questo blog :-D

Come vedi dal titolo oggi ti parlo delle Essenze White Light che mi sono accorta essere alquanto poco conosciute, ma poiché ho sperimentato di persona i loro meravigliosi effetti sono ben contenta di parlartene.

Ecco cosa dice Ian White, il suo creatore, riguardo a queste essenze:

Le Essenze White Light sono state create per aiutare gli individui ad invocare ed accedere al regno Spirituale e a quello della Natura in relazione alla propria dimensione personale, cosicché sia possibile esplorare e capire interamente la propria sfera spirituale, nonché il proprio potenziale. (IAN WHITE)

ian whiteChi è Ian White? E’ l’ultimo di cinque generazioni di psicologi e biologi Terapeuti che hanno sempre utilizzato rimedi naturali, è lo scopritore e lo sviluppatore delle Essenze dei Fiori australiani.

Ian è cresciuto nel “Bush” (espressione australiana utilizzata per definire una parte selvaggia del territorio). La nonna di Ian, esperta nell’utilizzo delle piante australiane, era solita portare con sé il nipote a passeggiare nel “Bush” , come faceva con la madre di Ian. Attraverso la sua profonda esperienza e conoscenza, ha potuto indicargli le numerose proprietà benefiche di piante e fiori. Grazie a Lei, Ian ha sviluppato un profondo rispetto per la Natura, che gli è servito per diventare pioniere e operatore impegnato nella ricerca delle qualità più rare e riequilibranti delle piante del continente australiano (biografia tratta da: www.ausflowers.com.au )

Dopo 20 anni in cui si è dedicato alla creazione delle essenze Australian Bush Flower, ha iniziato a creare le essenze White Light impiegando 4 anni per completare il progetto.

Le White Light Essence sono 7 e di seguito te le illustrerò una per una scrivendo quali sono gli effetti descritti da White e aggiungendo le mie impressioni e la mia esperienza di queste essenze.

Personalmente penso che queste essenze debbano essere assunte nell’ottica di un percorso interiore, iniziando dai quattro elementi per passare poi a quelle più “spirituali” per così dire.

Io ho iniziato con l’essenza Water (come esplicitamente consigliato da Ian nei suoi scritti), poi sono passata all’essenza Heart, Air, Fire, Higher self, Devic e infine Angelic. Però ognuno può assumerle nell’ordine che preferisce in base al proprio sentire, fermo restando che la prima essenza deve essere water.

Ho trovato l’esperienza dei 4 elementi più radicante, mentre quella delle restanti essenze più spirituale anche se in realtà non c’è distinzione tra questi aspetti della vita (e di fatto non l’ho mai percepita), è solo un modo per meglio descrivere le sensazioni che ho avuto.

Penso che queste essenze diano il meglio di sé, se vengono assunte iniziando dagli elementi e passando poi alle altre, inoltre penso che è meglio non passare direttamente da un elemento al suo esatto opposto, come ad esempio da acqua (water) a fuoco (fire). Ma che sia meglio passare da Water a un elemento intermedio come Heart (terra) e poi all’elemento Fuoco. Per poi liberamente scegliere l’ordine delle altre essenze. Però questa è comunque una visione soggettiva ed è stato il mio sentire nel periodo in cui ne ho fatto uso ;-)

Come dice White: un aspetto delle quattro essenze elementari è che aiutano a collegare, incorporare e dominare lo specifico elemento e, al contempo, creano un allineamento con lo Spirito Naturale dell’elemento medesimo.

Ed è esattamente questo quello che ho percepito, mi sono sentita come imprimere dentro, persino all’interno del DNA, ogni elemento. E’ stato come sperimentare in un crescendo le qualità positive e negative dell’elemento, e i modi in cui si manifestavano dentro di me, che hanno raggiunto un picco massimo per poi equilibrarsi, radicarsi ed imprimersi nel modo giusto.

Questo è stato il primo impatto che ho avuto io con queste essenze che poi possono essere usate, secondo me, come spiegato in ogni sito, in maniera più libera, per aiutarsi in alcuni momenti della vita in base a come ci sentiamo e a quello che ci sta succedendo.

Ad ogni essenza, ho preso consapevolezza di diversi programmi negativi che mi portavo dentro, permettendomi di cambiarli.

Detto questo, ti lascio con la spiegazione delle singole essenze tratta dagli scritti del suo creatore :-)

acquaESSENZA WATER (acqua).

L´Essenza Water è stata creata da una fusione alchemica di due Essenze – un rimedio proviene dall´Emisfero Nord e l´altro dall´Emisfero Sud. Sono state preparate una nell´isola di Iona, lungo la costa occidentale della Scozia e l´altra nell´isola Airone sulla scogliera della grande barriera corallina Australiana. L´essenza Water, permette di riconoscere qualsiasi personale disarmonia emozionale così da ri-equilibrarla e liberarne la corretta espressione. L´essenza Water illumina la nostra razionalità in modo tale da far emergere e risolvere i modelli comportamentali negativi, profondi e “ancestrali” del Karma. Si tratta di un´essenza particolarmente “nutriente” e purificante, che incoraggia ad essere più aperti nel ricevere e nell´aver fiducia in noi stessi così da sperimentare la profonda sensazione delle vibrazioni dello “spirito d´amore” che ci circonda. L´essenza permette inoltre di trovare la serenità interiore per poter entrare in sintonia con i nostri sentimenti nella loro totalità e ottenere una miglior armonia emotiva. Water Essence infonde una profonda consapevolezza tale per cui, nell´incontrare qualsiasi sfida, ci sentiremo forti e a nostro agio e nel caso di un´esperienza traumatica o negativa, aiuta a superare l´eventuale isolamento emotivo.

..

terraESSENZA EARTH (terra).

L’Essenza Earth è stata preparata nella grotta sacra di Patal Bhuvaneshwar nell’India Settentrionale. L’Essenza contribuisce a sanare la struttura e l’ordine interni alla vita ed è un veicolo di stabilità fondamentale, soprattutto per chi conduce un’intensa attività spirituale. Altri aspetti spirituali di tale Essenza includono la capacità di entrare in sintonia con mondi e vibrazioni inafferrabili. L’Essenza crea anche un legame di forte rispetto e riverenza con la natura, gli antichi, gli spiriti naturali della terra, la terra stessa, la forza vitale, la vita e le sue origini. Per di più, aiuta gli Operatori della “Luce” a trovare la motivazione ed a perseguire i propri obiettivi. Altra qualità fondamentale dell’Essenza Earth è creare una connessione con il Manu di un determinato Paese. I Manu, che sono parte della gerarchia spirituale possono essere assimilati allo Spirito Superiore di un determinato Paese e governano tutti gli Spiriti della Natura ed i Deva di quella terra. Creando una connessione con il Manu, è possibile accedere all’essenza o alla qualità vibrazionale di un dato paese, il che è molto utile per chi svolge un’attività spirituale in quel luogo senza essere in grado di recarvisi fisicamente. L’essenza Water, favorendo lo scioglimento dei limiti capacitivi che si è convinti di possedere, prepara il cammino all’Essenza Earth per portare l’individuo oltre i vecchi abituali confini e punti di riferimento.

fuocoESSENZA FIRE (fuoco).

L’Essenza Fire è stata creata nell’area sacra conosciuta come Katajuta. L’essenza racchiude la passione, la creatività e le potenzialità del Fuoco. Un aspetto delle quattro Essenze Elementari White Light Essences – Fuoco, Acqua, Aria e Terra – è che aiutano a collegare, accogliere e dominare lo specifico elemento e, al contempo, creano un allineamento con lo Spirito Naturale dell’Elemento medesimo. Il Fuoco è sempre stato associato alla capacità di bruciare le scorie e le impurità, soprattutto quelle del corpo astrale. Tale Essenza può guidare l’individuo alla sua sorgente più antica; al momento in cui l’anima ha originariamente scelto l’obiettivo della vita per le proprie incarnazioni terrene. Di conseguenza, la persona sarà ispirata e motivata a seguire il proprio destino.

ariaESSENZA AIR (aria).

L’Essenza Air è stata creata in cima al monte Schafberg, a St Wolfgang, in Austria. Possiede il potenziale per far emergere al massimo la spiritualità con completezza e passione, consentendo allo stesso tempo di modificare e trasformare la propria realtà in maniera estremamente profonda. Questa Essenza può invocare la pace e l’armonia: “Lasciate che tale essenza vi pervada il cuore e la mente, vi aiuterà a capire che la vita è semplice e aiuterà a mantenerla semplice, affidando a Dio tutti i problemi“. L’Essenza produce una sensazione di leggerezza, semplicità e spensieratezza, è indicata a chi è soggetto a traumi o stress emotivi in quanto aiuta a vedere globalmente ogni problema e a non farsi ingannare dai dettagli o dai lati più drammatici di esso. Al contempo, fa comprendere che la vita continua permettendo di percepire l’amore e la pace attorno a noi. Consente di conoscere e credere che, finché saremo sulla terra saremo sempre protetti e guidati da Dio nonché dal regno dello spirito. L’Essenza Air oltre che acuire l’intuito ed il discernimento, promuove stabilità, controllo, indipendenza e quando si opera una scelta, consente di mantenere l’equilibrio fra un approccio intellettivo ed emotivo.

..

io superioreESSENZA HIGHER SELF (io superiore).

L’Essenza Higher Self è stata preparata nelle rovine Maya a Palenque in Messico. Consente di allinearsi e di accedere all’Io Superiore. L’Essenza dell’Io Superiore incanala l’energia dell’ordine più elevato al centro di ciascuno di noi, luogo da cui essa si irradia e si estende. Coloro che sono bilanciati nella propria Spiritualità avranno la possibilità di espandersi completamente. L’Essenza consente di essere consapevoli di ciò che va al di là dell’esperienza fisica e di attingere a fonti di antica saggezza e conoscenza. Il nostro Io Superiore contiene tutte le vite che abbiamo vissuto e questa Essenza dà l’opportunità di connettersi alle proprie incarnazioni precedenti.

..

devaESSENZA DEVIC.

L’Essenza Devic, creata durante il solstizio, consente di stabilire legami molto forti con il regno Devico, mentre le sue doti armoniche spirituali portano ad un livello di estrema semplicità e pace. L’Essenza porta con sé una sensazione di totale unicità – essere un’unica cosa con il tutto e preoccuparsi molto meno dei fastidi e dei problemi quotidiani. Devic Essence permette di entrare in contatto e di comunicare con la natura, di ascoltare i messaggi che il regno vegetale ha per noi e di metterci in sintonia con qualità come la guarigione, proveniente dal regno Devico. Ogniqualvolta una persona è instabile o fuori controllo, quest’Essenza la aiuterà a stabilizzarsi, ricongiungendola con la natura. Aiuterà a ricordare perché siamo qui, ed assisterà coloro che ricordano il proprio destino nell’agire e nel trovare maggiore passione lungo il percorso della propria vita, purché siano sintonizzati. Se non lo saranno, o saranno privi di motivazioni, allora non riceveranno questi benefici dall’Essenza. L’Essenza Devic consente di apprezzare la grande importanza di sapere e ricordare che siamo un’anima e abbiamo, e non siamo, un corpo.

..

angeloESSENZA ANGELIC.

L’Essenza Angelic è stata creata in Perù sulla Cima del Putucusi, uno dei monti più sacri. Dal principio fino alla morte, gli Angeli tentano sempre di ispirarci e di risvegliare la nostra consapevolezza, di ciò che è spirituale, affinché alziamo lo sguardo e accogliamo la Luce. Questa Essenza aiuta ad essere più aperti a ricevere dall’alto, le melodie angeliche dell’ispirazione, dell’amore, della consapevolezza, della comunicazione, della guida e dell’ispirazione, che possono portare ad una gamma infinita di potenzialità nel corso delle vite mortali. L’ Essenza Angelic porta l’energia del Paradiso alla terra, unendo i due regni e permettendo di avere aspirazioni al di là del mondo fisico, pur rimanendo collegati alla vita terrena. Essa aiuta a comprendere che in tutto c’è una parte spirituale, e a trascendere l’illusione ingannatrice del mondo fisico. L’essenza Angelic consente di avere contatti più stretti con il regno Angelico e, assumendo l’Essenza, è anche possibile invocare la protezione di un Angelo.

..

Bello vero? Tuttavia ho potuto notare che gli effetti che si sperimentano sono diversi per ognuno. Quello che ho sperimentato io, non è stato uguale o simile a quello che hanno sperimentato i miei assistiti a cui ho dato le essenze.

Quello che si prova e che si sperimenta dipende anche dal livello evolutivo della persona, dalla situazione in cui si trova in quel momento e da tanti altri fattori interiori ed esteriori.

Io comunque l’ho trovata un’esperienza unica e mi ha fatto piacere condividerla con te :-)

Un abbraccio, Maria.

Riconoscimento qualità

Apro questo mini post per condividere con te una bella notizia :-D

Il mio sito ha ricevuto un riconoscimento per la sua alta qualità (superiore al 90%), clicca il pulsante sotto per vedere l’attestato:

siti web

Ne approfitto anche per salutarti, sto lavorando alla nuovissima membership sul Risveglio del Femminile, ma spero di tornare quanto prima a scrivere in questo meraviglioso blog.

Si sta formando un bel gruppo e se desideri anche tu entrare a farne parte ti consiglio di iscriverti, fino al 15 ottobre puoi entrare avendo il primo mese gratis.

A presto, Maria :-)

Il Risveglio del Femminile: la nuova Membership

Ciao :-D

Finalmente ci siamo!!!
La NUOVA MEMBERSHIP SUL RISVEGLIO DEL FEMMINILE è pronta :-) :-) :-)
Puoi leggere la presentazione da questo link.

Cinque anni di gestazione e 6 mesi di lavoro con l’aiuto anche di due tecnici specializzati in informatica… insomma una piccola impresa per proporti un qualcosa che proprio non esiste in Italia!!

Siamo veramente contenti e orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto… anche se onestamente siamo anche parecchio stanchi perché è stato davvero un lungo lavoro.

Sarà “una scuola di vita online” senza precedenti e straordinaria, sia per gli uomini che per le donne ;-).

Leggi tutto qui.

Un abbraccio e a presto.

Maria

Come riprogrammare il Critico Interiore

Cari lettori e lettrici, benritrovati :-D

Nonostante le lunghe assenze preannunciate, sono riuscita a scrivere un nuovo articolo! Presto ci sarà una bellissima novità sul web, un nuovo rivoluzionario progetto, te parlo alla fine del post…

Ma adesso torniamo all’articolo :-)

critico interioreCome vedi dal titolo oggi parlo di un argomento molto importante che è di approfondimento al report che puoi scaricare gratuitamente da questa pagina.

Se non hai letto il mio report ti starai chiedendo che cos’è il Critico Interiore, perciò iniziamo dal dare una risposta a questa domanda…

…è uno dei Sé Interiori più presenti e ingombranti in noi occidentali, con cui più ci identifichiamo e che più boicotta la nostra vita e la nostra evoluzione e realizzazione. Esso è, per motivi culturali e condizionamenti religiosi, ancor più forte e tirannico nelle donne, facendole sentire sempre inadeguate, mai all’altezza delle situazioni, cattive figlie o madri, mai abbastanza donne e per nulla attraenti, brutte e grasse.

È come un faro che invece di illuminare a 360 gradi, si blocca e illumina solo ed esclusivamente i nostri difetti, ripetendoci continuamente che non siamo abbastanza belli, magri, preparati, bravi e speciali… per affrontare la nostra vita, secondo dei parametri folli ma giustissimi per lui.

Estratto da un articolo di Simone Focacci

Questo sé interiore nasce in tenera età e il suo scopo, contrariamente a quello che si può pensare leggendo il precedente breve estratto, non è di certo quello di farci del male, anzi… il motivo per cui ci “attacca” in questo modo è che vuole proteggerci.

Può sembrare strano, ma la linea guida che lo conduce è: piuttosto che farti fare una brutta figura, ti blocco dicendoti che non sei capace, che sei brutto, ecc…

In poche parole alimenta la sfiducia e la disistima in se stessi molto spesso e quasi sempre senza che ce ne accorgiamo, anzi la maggior parte delle volte neanche lo sappiamo di essere fatti di tante subpersonalità che vivono dentro di noi e che ci accompagnano sempre nella vita.

E adesso la domanda fondamentale: come si riprogramma il Critico Interiore?

Il primo passo è sempre riconoscere ciò che è, quindi prendere impatto con questa realtà interiore.

Prima di proseguire faccio una precisazione: il Critico Interiore non è un nemico da sconfiggere, è una parte di te e come tale non può morire, può soltanto trasformarsi! In cosa? Nella Giustizia! Ossia in quella parte di te, assolutamente funzionale, che ti fa vedere i tuoi limiti in maniera equilibrata ed equa e ti suggerisce cosa è giusto o sbagliato per te in maniera sana.

11

Detto questo, per trasformare il Critico Interiore in Giustizia, non si lavora direttamente su di lui, ma su tutti gli aspetti che nella vita portano autostima, fiducia in se stessi, ironia e autoironia.

Nel report gratuito c’è un ottimo esercizio per iniziare a portare l’attenzione sulle tue qualità, poi un altro esercizio molto semplice ma anche molto potente è quello di dire (anche mentalmente) ogni giorno una frase di amore per se stessi, oppure fare un gesto di amore per se stessi, oppure, ancora meglio, le due cose messe insieme.

Ad esempio dopo una giornata di lavoro posso darmi una pacca sulla spalla dicendomi: “come sono stata brava oggi!” (gesto+frase).

Se fatto con costanza, davvero ogni giorno, diventa un sana abitune e fa aumentare molto l’autostima.

Avere poi un po’ di ironia e autoironia quando ci capita di sbagliare o di fare un piccolo errore, è molto utile per sdrammatizzare e non cadere nel vortice negativo del Critico Interiore/Giudice interiore.

Comunque, a mio avviso, il modo migliore per trasformare questo sé interiore è quello di riprogrammare il nostro inconscio.

Il Critico Interiore, infatti, di per sé non è cattivo, ma ci giudica e ci critica in base a dei parametri che altro non sono che i condizionamenti sociali, culturali, familiari e religiosi. Ecco perché, secondo me, la soluzione principale (ma non l’unica) è la riprogrammazione e non direttamente del Critico, ma delle nostre convinzioni che sono i suoi parametri di riferimento.

Di seguito faccio un elenco di convinzioni positive che sono un ottimo spunto per iniziare a lavorare su se stessi, anche qui faccio una precisazione: il lavoro di riprogrammazione è più efficace se non si limita al semplice inserimento di convinzioni positive, affinché abbia davvero un impatto trasformativo deve eliminare anche la convinzione negativa. E le uniche tecniche che conosco capaci di fare questo sono il Theta Healing e E.F.T.

Siccome è impossibile spiegare come utilizzare il Theta Healing senza fare un corso, ti rimando alla fine dell’articolo ad un video e a un ebook che spiegano come utilizzare E.F.T. (è un po’ più lento del Theta ma comunque molto efficace).

Eccoti le convinzioni positive che comunque sono degli spunti, puoi modificarle come meglio credi:

  • Ho fiducia in ciò che voglio
  • Ho fiducia in me stesso/a
  • Mi fido delle mie decisioni
  • Mi fido dei miei sentimenti
  • Sono molto felice
  • Posso risolvere tutti i miei problemi
  • Mi godo la vita
  • Posso facilmente liberarmi dalle dipendenze
  • Divento una persona migliore ogni giorno
  • Miglioro costantemente
  • Sono maturo/a
  • Sono consapevole dei miei bisogni
  • Sono motivato/a
  • Svolgo il mio lavoro con passione
  • So come dare priorità
  • Riesco a superare qualunque ostacolo
  • Posso individuare qualunque problema
  • Sono obiettivo/a nelle mie decisioni
  • Prendo le decisioni giuste
  • Imparo dagli errori
  • Sono in salute
  • Sono perfetto/a così come sono
  • Riconosco che i consigli mi aiutano a migliorare
  • Sono libero/a da ogni pensiero negativo
  • Il mio aspetto migliora ogni giorno
  • Sono rilassato/a
  • Amo mangiare sano
  • Decido di reagire positivamente alle situazioni
  • Ho un sacco di opportunità
  • Riconosco tutte le opportunità che mi aiutano ad avere successo
  • Sono focalizzato/a
  • Sono creativo/a
  • Posso risolvere i problemi facilmente
  • Posso prendere decisioni facilmente
  • Posso individuare qualunque problema
  • Posso risolvere qualunque problema
  • Il mio corpo migliora ogni giorno
  • Comunico con franchezza e onestà
  • Mi sento incredibilmente bene
  • Il mio sistema immunitario funziona con massima efficienza
  • Perdono e lascio andare la mia rabbia e le mie aspettative

Ti piacciono? Un buon punto di partenza è selezionare quelle che hanno risuonato in te sia positivamente che negativamente.

Ti suggerisco di iniziare il ciclo di E.F.T di riprogrammazione con queste frasi: “mi permetto di scoprire serenamente e tranquillamente le mie convinzioni negative e di sostituirle con convinzioni positive”, ripetilo più di una volta se lo ritieni necessario e poi inizia, continuando a picchiettarti, con l’inserimento delle convinzioni positive.

Vedrai che appena inizierai cominceranno ad emergere tutte le convinzioni negative, lascia che affiorino e continua a ripetere “riprogrammo le mie convinzioni negative con… (frasi positive che avrai scelto o che ti verranno in mente in quel momento)”

Prima di iniziare questo esercizio, soprattutto se non conosci la tecnica, è fondamentale leggere l’ebook gratuito che spiega bene E.F.T. e il video in cui viene illustrata la sequenza.

Clicca qui per scaricare l’ebook

Clicca qui per guardare il video

Questo è un ottimo strumento di auto aiuto, ricorda però che uno dei modelli di riferimento inconscio del Critico Interiore è quello familiare (madre e padre) e per riprogrammare il Critico in questo senso è indispensabile, e assolutamente importante, fare le R.E.F. o le Costellazioni Familiari di Bert Hellinger.

Prima di salutarti, come promesso, ti annuncio la fantastica opportunità/novità che presto arriverà sul web, di cui siamo entusiasti, la stiamo preparando io e il mio compagno Simone, è un progetto che ha canalizzato lui :-)

2coppe.Si tratta della prima Membership in Italia dedicata a…

“IL RISVEGLIO DEL FEMMINILE”

Attenzione: non sarà una membership esclusivamente femminile ma sarà aperta anche agli uomini, lo scopo è di creare un gruppo di riconciliazione tra donne e uomini, dove saranno trattati vari argomenti per il risveglio del femminile interiore ma anche tanto altro… è un progetto innovativo e assolutamente unico in Italia che pensiamo sarà di grande beneficio per l’evoluzione di questo paese.

Presto sarà tutto pronto e riceverai maggiori informazioni :-D

Quindi arrivederci a presto.

 

PS. Ti è piaciuto questo post? Dimmi cosa ne pensi nei commenti qui sotto :-)